201609.22
Off
1

Guida alla finanza

Come fornire una “Guida alla finanza”? Semplicemente fornendo tutti quei concetti base che servono per iniziare a guadagnare nei mercati finanziari, perché del resto uno nella finanza ci entra perché vuole guadagnare, non certo perché desidera fare beneficenza. Prima di cominciare, ringraziamo lo staff di MiglioreFinanza.com, il cui contributo per la scrittura di questo articolo è stato davvero prezioso.

La Finanza è prima di tutto un campo che studia gli investimenti. E comprende la dinamica delle attività nel tempo in condizioni di diversi gradi di incertezza e di rischio.

La Finanza può anche essere definita come la scienza della gestione del denaro.

La Finanza ha come compito principale quello di “prezzare” gli investimenti in base al loro livello di rischio, incertezza e guadagno atteso.

La finanza può essere suddivisa in tre diverse sotto-categorie: finanza pubblica, corporate finance e finanza personale. Oggi ci occuperemo più specificatamente della finanza personale.

Essere informati sulla finanza, significa prima di tutto effettuare degli investimenti consapevoli.

Spesso però vengono confusi i termini risparmio e investimento. Risparmiatori e investitori sono una cosa molto diversa tra di loro.

Il risparmio è infatti una quota del proprio reddito, che viene “accantonato” e quindi risparmiato, per poter essere consumato in futuro. In pratica, il risparmiatore non spende i soldi oggi, per poterli spendere in una data futura. È quindi ovvio che il risparmiatore va al grande rischio della svalutazione dei propri fondi, a causa dell’inflazione.

Tuttavia, i frutti del proprio risparmio, potrebbero anche riservati per un futuro investimento in un secondo momento.

Conviene più risparmiare o investire?

I soldi risparmiati, possono finire in banca, possono venire spesi, oppure possono essere messi a lavorare, grazie al trading online.

Per effettuare un investimento, c’è subito da mettere in conto il fatto che ogni investimento non è al 100% sicuro, a causa del fatto che quando si investe sui mercati finanziari, non è detto che il mercato vada esattamente nella direzione prevista.

Tuttavia, è sufficiente seguire alcune regole per poter investire nel migliore dei modi, massimizzando i guadagni e minimizzando ovviamente le perdite.

È prima di tutto necessario smettere di pensare che con l’investimento online si possa guadagnare molti soldi in pochissimo tempo. Sul mercato le possibilità ci sono, e sono davvero molte, ma le persone serie non perdono tempo e soldi a tentare di “raddoppiare” il proprio conto in pochissimo tempo.

Diversificare il proprio portafoglio, per cercare di evitare di concentrare il proprio investimento in un’unica direzione, è senza dubbio la prima regola base per avere successo nel mondo della finanza. E il resto? Beh, il resto è governato dalle regole del Money Management, il vero segreto per avere una vera e propria guida molto valida della finanza.

Money Management: la base per un trading profittevole

In Finanza, il Money Management è tutta quella serie di regole che vengono utilizzate per gestire il capitale. Il Money Management è quindi la corretta gestione dei propri soldi, per poterli impiegare in maniera più corretta sui mercati finanziari.

Il Money Management ingloba in esso anche il Risk Management, che sarebbe quella serie di regole che si occupano della gestione del rischio delle proprie posizioni (stop loss, take profit, dimensione della posizione etc).

Ogni singola regola del Money Management, è pensata appositamente per migliorare il proprio trading, in modo da minimizzare al massimo le possibilità di perdita di denaro nel proprio conto di trading online.

I segreti per avere successo nel mondo della finanza, sono pochi, e spesso fanno sempre capo al Money Management. Tra le attività più importanti a cui fa capo il Money Management, segnaliamo:

– Creazione del proprio portafoglio di investimenti;
– Stop Loss, ovvero rischio massimo di ogni posizione;
– Rapporto di rischio e rendimento;
– Tipologia di diversificazione

In pratica, è quindi necessario, prima di mettere anche solo le mani su una piattaforma di trading online, sapere queste cose:

1. L’analisi del mercato;
2. Il Money Management, ovvero quanto investire e in che modalità farlo;
3. Il timing, che aiuta il trader a capire quando comprare il mercato.

La corretta gestione del proprio portafoglio, attraverso il Money Management, garantisce quindi un trading sostenibile e sicuro.

Indicatori Tecnici

Gli indicatori tecnici, sono un’altro segreto per non poter assolutamente sbagliare ad investire.

Attraverso gli indicatori tecnici, è possibile essenzialmente studiare il passato, per capire in maniera esatta il futuro.

Gli indicatori tecnici sono tutte quelle linee ondulate che spesso si trovano sopra, sotto o sulle informazioni dei prezzi in un grafico di un mercato.

Gli indicatori che utilizzano la stessa scala dei prezzi, sono generalmente tracciati sopra le barre di prezzo e sono pertanto indicati come “overlay”.