201510.30
Off
0

Come iniziare ad investire in Borsa

Per creare uno stato di ricchezza stabile e duraturo, investire in azioni è uno dei metodi migliori. E’ bene imparare a usare i propri risparmi generando un profitto. Per avere successo nel mondo degli investimenti è importante iniziare con una solida base di conoscenze riguardante il funzionamento del mercato azionario.

– Occorre avere le idee chiare sugli obbiettivi da raggiungere nella vita: una casa, una macchina, un futuro per i figli e quindi stabilire gli obiettivi monetari degli investimenti e quindi la cifra occorrente per tale scopo. La maggior parte dei consulenti finanziari consiglia di risparmiare un importo pari ad almeno 8 mensilità nel periodo che precede il pensionamento. In questo modo si dovrebbe riuscire a risparmiare una cifra pari a circa l’85% del tuo reddito annuale.

Contemplare il fattore tempo nel fissare gli obiettivi di investimento. E’ un concetto fondamentale soprattutto nei progetti a lungo termine, come la creazione di un fondo pensione personale. Determinare la propria tolleranza al rischio che dipende da due fattori: la capacità e la disponibilità ad assumersi un rischio.

– L’asset allocation, cioè la distribuzione della liquidità nei vari strumenti di investimento disponibili, dovrebbe variare in base alla fase della vita in cui ci si trova. Se chi investe è un giovane, la percentuale del suo portafoglio di investimento relativa alle azioni dovrà essere maggiore.

Se si ha una carriera solida e ben remunerata, il lavoro si può sfruttare per potersi garantire un reddito sul lungo periodo
e permette di allocarsi la maggior parte del proprio portafoglio finanziario in azioni. Al contrario se si ha un lavoro la cui remunerazione non è prevedibile si dovrebbe allocare la maggior parte del proprio portafoglio finanziario in prodotti più stabili, come le obbligazioni.
Importante è conoscere il mercato azionario. Ascoltare le opinioni e le analisi degli esperti per comprendere meglio l’andamento dell’economia e poter individuare quali azioni possono rendere maggiormente.

Quindi per iniziare bisogna fare delle simulazioni di acquisto e vendita di azioni usando il prezzo di chiusura giornaliero. Con la pratica si amplieranno le conoscenze senza mettere a rischio i propri soldi. Eseguire l’analisi del mercato azionario individuando dei buoni titoli su cui investire. Determinare ora il proprio “asset allocation”, cioè la distribuzione del patrimonio fra i diversi investimenti in programma. Decidere quanti soldi investire.

Scegliere gli investimenti da fare. Si puo’ scegliere di acquistare azioni di una singola società, come ad esempio Apple o McDonalds. Un approccio detto “bottom-up” prevede l’acquisto o la vendita di ogni titolo in modo indipendente, basato sulle previsioni dei prezzi e dividendi futuri.
– Acquistare un titolo e creare un portafoglio di investimento che contenga 5-20 titoli diversi per assicurarsi il giusto livello di diversificazione. Mantenere i propri investimenti per un lungo periodo: 5, 10 anni o preferibilmente per più tempo.
– Investire con regolarità. Un mercato in calo è in primis un chiaro segnale di acquisto. Se il mercato azionario dovesse perdere il 20%, sposta più liquidità nelle azioni. Se perdita arrivasse al 50%, investi in azioni tutta la liquidità e le obbligazioni di cui disponi. Un approccio di questo tipo può sembrare insensato, ma il mercato “rimbalza” sempre.
Per poterne decretare la validità, confrontare le performance realizzate da ogni singolo investimento con quelle stabilite inizialmente. Controllare periodicamente l’andamento dei titoli ed utilizzare i dati emersi e valutare se si è in grado di raggiungere gli obiettivi prefissati.

-Continuare sempre a tenersi aggiornati.